termine: 

fonosimbolismo

significato autonomo che i fonemi di una parola o di una frase possono assumere, per es. la u può richiamare qualcosa di cupo e notturno, la z di un ronzio, es. Cupi a notte canti suonano (Carducci).


Modificato: lunedì 31 marzo 2014 10.46  



Metrica Italiana © 2012-2022 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT 02493400283
privacy - contatti